ManOfTheWeek

Man of the Year 2016/2017: Papu Gomez!

La nostra rubrica, per quest’anno, è arrivata all’atto conclusivo e celebra quello che più di chiunque altro si è rivelato sorpresa e macchina da bonus, il Papu Gomez.
Ci sono dei momenti nella vita di un uomo, dove capisci, che qualcosa sta per cambiare. Tutto inizia ad andare nella direzione migliore possibile, ti ritrovi al centro di tutto. Succede anche e soprattutto nella vita di uno sportivo, meglio di un calciatore. Sono quelle stagioni attraversate da una carica elettrica, una scossa particolare che trasforma la normalità in eccellenza. Le chiamano ( quelli bravi ! ) stagioni d’oro, la fortuna diventa tua compagna di viaggio ma non solo, anzi il merito di tutto ciò è semplicemente nascosto nei piedi ( e nella testa ) dei protagonisti in campo. Il protagonista di questa storia calca ormai, da molto tempo i campi della nostra serie A. La provincia è il suo habitat naturale anche se, ( diremmo noi ) inizia a stargli un po’ stretta. Il talento, quello non gli è mai mancato, vederlo giocare è contagioso, ti trasmette allegria e spensieratezza. Attraverso il suo calcio si capisce perfettamente la persona che è. C’è tutta la sua terra nel suo modo di vivere e di giocare. Il ritmo (rigorosamente ) argentino e un carattere simpatico, spensierato ma anche un professionista esemplare. È la favola della Dea di Gasperini e dei suoi ragazzi fantastici. Una stagione di record e di Europa ( league ) per la prima, storica volta. Una cavalcata incredibile, impensabile anzi che è passata anche dalle giocate e i gol del suo numero 10. Habemus PAPU! 16 gol, 12 assist, 37 partite da titolare ( le ha giocate tutte, praticamente insostituibile ) e tanti tanti numeri da vero dieź argentino. Il 29 enne atalantino partita dopo partita si è preso per mano la sua Dea, diventando leader tecnico prima, sul campo a suon di prestazioni e nello spogliatoio dopo, facendo da chioccia ai “ragazzi terribili ” del gasp ( per informazioni chiedere a Petagna! ). Non è forse un caso che la sua miglior stagione sia concisa con la miglior annata bergamasca della storia, no non è una semplice e banale coincidenza. Il Papu è l’uomo dell’anno, per noi e forse anche per voi, per tutti. Ci ha emozionato, divertito, fatto ballare e cantare. Tutti per un momento quest’anno abbiamo avuto un motivo in più per tifare Atalanta. Sui social ormai è un idolo, il mondo si è finalmente accorto di lui, questo per noi è un piccolo modo di celebrarlo. In fondo basta poco per cambiare tutto e ritrovarsi al centro della scena, e allora vai, non ti fermare BAILA COMO EL PAPU.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *