CalciomercatoConsigli

Matuidi: Nuova freccia nell’arco di Max, ecco come cambia il centrocampo bianconero.

matuidi juventus ufficiale

L’immagine è stata divulgata da Juventus F.C. nella pagina ufficiale Facebook.

Finalmente, verrebbe da dire.

Dopo due anni di intenso corteggiamento, Blaise Matuidi (30 anni) per 20mln di euro sposa la vecchia signora. È il tanto sospirato rinforzo nella mediana voluto dal tecnico livornese che, così ha quel centrocampista muscolare, in grado di dare intensità e polmoni alla manovra bianconera. Discreta tecnica di base (non eccelsa), grande corsa e grande capacità d’inserimento, ecco le principali caratteristiche del Francese, che arriva alla juve portando una grande esperienza internazionale. Centrocampista, inoltre, capace di rompere le trame del gioco avversario, e far ripartire rapidamente la squadra, caratteristica che mancava in dote agli altri centrocampisti già in rosa, qualità quest’ultima che gli permette di entrare facilmente nelle grazie degli allenatori che, raramente gli rinunciano (per informazioni, chiedere a Carlo Ancellotti, per lui era insostituibile).

Altra parola chiave nel  personalissimo dizionario francese di  Blaise è sicuramente la duttilità. Il 30 enne può ricoprire più ruoli nella mediana, la sua generosità gli permette oltre ad essere quasi instancabile di poter adattarsi alle indicazioni del mister. Dove lo metti sta!

4-2-3-1 o  4-3-3?

La preziosissima caratteristica sopracitata, permette ad Allegri di poter prendere in considerazione la concreta possibilità di cambiare modulo o a partita in corso o a seconda dell’avversario che si ha davanti o rimanere con il fortunato modulo dello scorso anno. A due o a tre per lui cambia poco, cambia forse di più per chi, gli sta accanto. Schermo difensivo, in grado di recuperare palloni preziosi e affidarli alla sapiente regia di pjanic nel 4-2-3-1, mezz’ala sinistra con possibilità di spinta e inserimenti senza palla invece nel 4-3-3. Cambiano ovviamente i compiti, ma il francese sa adattarsi e può giocare tranquillamente in entrambe le soluzioni.

Gli altri? Adesso nel centrocampo bianconero c’è abbondanza, traffico da piedi buoni, qualità e quantità al servizio di Allegri che, dovrà gestirli al meglio. Con un possibile cambio di modulo e un passaggio ai 3 di centrocampo, Claudio Marchisio potrebbe vivere di nuova linfa, tornando così al suo ruolo naturale, quello di mezz’ala destra, tornando così ai fasti di un tempo (si spera). Per Miralem Pjanic invece cambia poco, è il vero faro adesso della manovra juventina, si è preso definitivamente le chiavi del centrocampo, il 5 bosniaco è l’uomo di maggior qualità nella mediana della signora e in qualsiasi modulo dovrebbe essere sicuro di un posto. In coppia con il francese inoltre sarebbe scortato dai muscoli e dalla corsa di Matuidi che, lo esenterebbe da compiti di copertura e quindi maggiore libertà di impostare e inventare. Sami Khedira, ecco l’ultimo (non per importanza) titolare, (non ce ne vogliano Bentancur e Sturaro ma oggettivamente partono dietro nelle gerarchie). Grande stagione per lui lo scorso anno, dove ha trovato anche una grande continuità di rendimento e integrità fisica con pochissimi infortunii. L’incognita maggiore per il tedesco è la forma fisica. Se sta bene, deve giocare, la sua intelligenza lo porta ad essere utile per il gioco della Juve anche senza toccare il pallone. Con Matuidi potrebbe formare una coppia di tutto rispetto nel 4-2-3-1, un doppio schermo a protezione di Buffon e compagni, quantità al servizio dei compagni.

Insomma l’acquisto di Matuidi serviva, ci voleva. Per tanti motivi, è e sarà funzionale anche per i suoi compagni di reparto che, ne benificeranno della sua generosità, per il Mister che ha adesso, il centrocampista di forza che voleva e la possibilità di avere più varianti, poi per la “cabala” ( i francesi alla juve hanno sempre fatto bene, basti ricordare l’ultimo un certo Pogba) e poi anche per voi, Fantallenatori che potete contare su un altro giocatore su cui puntare. Un jolly tuttofare da non lasciarsi scappare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *