Consigli

I Bomber di provincia, quando il gol nasce dal basso!

bomber serie a fantacalcio tuttofanta

“Chiamateli Bomber”, che poi si offendono. Si anche a loro, che magari non vestono maglie “pesanti”, o non hanno l’identikit da star, ma hanno da sempre un unico compagno di viaggio; il GOL! Che vale sempre, ad ogni latitudine, in ogni campo, dalla polvere della provincia fino al prato del Bernabeu, perché è giusto così, ci piace essere romantici, ci piace emozionarci e in questo meraviglioso e unico sport niente ti fa saltare di più della rete che si gonfia ( come direbbe Auriemma).

Oggi vogliamo parlare di chi, non si è mai dimenticato di buttarla dentro, in ogni squadra in ogni piazza anche meno nobile, di quei “Gregari del gol” di cui non ne parla nessuno, ma che nella nostra Serie A, rispondono ancora presente. È una categoria rara, da proteggere, conservare quasi, al Fanta averli può fare la differenza, sono i “ Bomber di provincia” che costano poco e segnano tanto.

Numeri 9 alla ricerca della felicità, la provincia come habitat naturale per segnare e far sognare, i propri tifosi e i fantallenatori che puntualmente anno dopo anno affidano anche ai loro piedi le loro speranze.




Marco Borriello; partiamo da lui, il giramondo della nostra Serie A. Altro giro altra corsa, da sud a nord dalla Sardegna a Ferrara, una nuova sfida per Borriellone che dopo i 16 centri in campionato (20 stagionali) riparte dalla Spal. Pochi dubbi, la salvezza passa da lui e dai suoi gol. Abituato anche a grandi piazze (Milan,Juve,Roma) In queste realtà riesce ancora a fare la differenza, spesso e volentieri.

Fabio Quagliarella: Anche per lui un viaggio continuo, fatto di alti e bassi, e di gol spesso bellissimi o impossibili. Genova è ormai casa sua, il luogo ameno dove ha trovato serenità, per lui e “bonus” (per noi) dopo anni difficili. Anche lui è un usato sicuro.

Giampaolo Pazzini: Dopo aver trascinato e riportato l’Hellas in A, adesso non vuole fermarsi. Il “Pazzo” del gol torna nella massima serie, tocca a lui la missione di salvare il Verona e regalarci “pazze” gioie. C’eri mancato!

Amato Ciciretti: La novità assoluta. Lui in provincia ci è nato e si è consacrato, adesso nel calcio che conta vuole stupire, e incantare, con il suo sinistro che non incanta ma canta, e benissimo. Esordio con gol a giro, arcobaleno che si spegne vicino al sette. Vuole essere rivelazione, i fantallenatori già godono, con Amato, di nome ( e forse anche di fatto).

Sono in tanti, molti di più, ma ecco i principali, i nomi che,secondo noi si distingueranno di più, che porteranno più Bonus (si spera). Non ci resta che nominarli, basti pensare ad Alessandro Matri, Cyril Therau, Roberto Inglese, e tanti altri. Da loro dipendono gioie e dolori delle nostre fantarose, e i vari obbiettivi delle loro squadre. Non saranno fenomeni, non vestiranno maglie importanti ma sono sinonimo di affidabilità a prezzo di saldo (per così dire). In fondo si sa, il gol vale più di ogni altra cosa, in provincia ancor di più, perché il gol nasce dal basso e allora anche a loro “Chiamateli Bomber” sennò si offendono.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *