Top11

TOP 11 – 5a giornata Serie A TIM

top 11 5a giornata di serie a tuttofanta

Turno infrasettimanale che viene, Top11 che trovi. È di nuovo tempo dei verdetti, ecco i migliori della classe

A. Cragno 9: In Sardegna possono dormire sonni tranquilli, la porta dei rossoblù è in buone mani. La salvezza Cagliaritana passa anche dalle prodezze e dai guantoni del suo numero 1. Il gioiellino Cragno sta dimostrando di essere una piacevolissima sorpresa della massima serie, mettendoci le mani quasi sempre, o i piedi per respingere bomber Matri dagli 11m. Primo penalty neutralizzato in Serie A e primi bonus. +3 e 9 in pagella, che non basta però ai suoi per portare a casa quantomeno un punto. Domenica arriva il Chievo, Rastelli adesso ha una certezza su cui ripartire.

S. De Vrij 10: Primo tempo ai limiti della perfezione, sia a livello individuale che di squadra. La sua lazio chiude le folate offensive degli azzurri, grazie anche al preziosissimo centrale olandese, che difende e si propone. E infatti la sblocca, inserimento nel cuore dell’area avversaria e girata al volo su assist di Immobile. Sfortunato ad inizio ripresa deve abbandonare il campo per infortunio. La sua uscita coincide con un calo della retroguardia laziale che termina trafitta sotto i colpi dei fenomeni in maglia napoli. Inzaghi ha bisogno del suo baluardo, Torna subito!

R. Rodriguez 10: Era nell’aria, e puntualmente è arrivato. Il primo bonus di R2, che fa +2 dagli 11m e sblocca il match di S.Siro. La fascia sinistra del milan finalmente ha un mancino morbidissimo da coccolare. Prestazioni super, e occhio perchè Montella sta pensando a cambiare la gerarchia dei rigoristi, proprio con il terzino svizzero, favorito in cima alla lista. Nuovo modulo, e possibile primo rigorista, la stagione di Ricardo forse inizia adesso, chi lo ha in rosa già sogna.

M. Caldara 10: Ricomincia a mettersi in marcia Mattia, da dove aveva finito lo scorso anno. Classico inserimento a centro area su corner, e il talentino prossimo di Juventus si fa trovare pronto all’appuntamento con il bersaglio grosso. Ci mette la testa come sempre, e spinge in porta per il più facile dei tap-in. 10 in pagella anche per lui, il difensore goleador, che ha ricominciato la sua marcia.

J. Ilicic 13: Finalmente! Da quelle parti lo stavano aspettando un pò tutti, e anche noi a dir la verità, fantallenatori alla ricerca della gloria. Un fantapilastro delle scorse stagioni che tardava ad arrivare. Ecco finalmente le prime giocate e le prime gioie targate talento Bosniaco. Segna e fa segnare, il suo mancino vellutato sta entrando in forma bonus, e già contro il Crotone Josip ha lanciato i primi messaggi di ripresa. Gol e due assist vincenti per un complessivo 13 in pagella. Ti abbiamo atteso ma adesso che sei arrivato, non ti fermare Josip.

A. Ljajic 10: La nuova stagione è iniziata fortissimo per il gioiellino granata, la cura del sergente Miha, lo ha rigenerato e il nuovo ruolo forse è finalmente la chiave che lo fa esprimere al meglio. Sulla trequarti, tra le linee, con l’opportunità di dare libero sfogo al suo talento. L’area di derby in quel di Udine ha fatto bene, al 10 del Toro ancora in gol, il 3° in 5 partite. Presenza in zona bonus costante, sabato è tempo di derby, il confronto con il cugino numero 10 in maglia bianconera lo ha acceso, e Adem non vuole di certo sfigurare.

F. Kessie 10: Lo avevamo detto in tempi non sospetti, che per noi era l’ivoriano il miglior acquisto tra le tante figurine del nuovo album rossonero. Ci aveva colpito per personalità, grande tecnica e presenza costante all’interno delle partite. Il carroarmato di Montella si sta prendendo piano piano la mediana del milan, e i suoi inserimenti spaccano le partite. Contro la Spal firma il secondo dischetto di giornata, confermandosi infallibile dagli 11m. Forse però le gerarchie dei rigoristi potrebbero cambiare, ma una cosa è certa, nel nuovo milan ormai lasciarlo fuori è quasi impossibile.

D. Laxalt 9,5: È uno di quei giocatori che spesso passano inosservati quasi, Diego Laxalt non si vede ma serve. È un esterno generoso, ci mette il cuore e tanta corsa. Ogni tanto vede la porta come ieri, primo bonus della stagione, sperando sia solo l’inizio.

A. Petagna 11,5: Nella scorpacciata della Dea, contro i rossoblù di calabria si iscrive anche Petagnone, “l’orsetto” finalmente segna, e fa segnare. Gol e assist, e 11,5 finale. L’obbiettivo è quello di iniziare a segnare con più regolarità, lui ci sta lavorando, per lui, per i suoi tifosi e per noi.

P. Gomez 13,5: Lui non ha bisogno di presentazioni. Papu fa rima con certezza, di sinistro in diagonale prima, e cucchiaio morbido di destro, poi. Doppietta e altri bonus. Il fenomeno della Dea è pronto ad un altra stagione da protagonista, vuole migliorare e migliorarsi.

E. Dzeko 14: Chiudiamo come sempre con il migliore della classe. Edin apre il pomeriggio di Serie A, a modo suo, come sempre. Sfodera e attinge dal suo repertorio di bomber, e prima appogia da vero nueve un tracciante rasoterra di Kolarov, che deve essere solo spinto in rete, poi con il sinistro sceglie il palo lungo e lo battezza, a giro, con la biglia in buca d’angolo. È suo il voto più alto della giornata, un altra doppietta un altro più 6 per il gigante in maglia 9, la caccia al capocannoniere è aperta, Edin dopo essersi seduto sul trono con 29 gol, non vuole abdicare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *