Top11

TOP 11 – 14a Giornata Serie A TIM

S. Scuffett 8,5: L’impegno è di quelli proibitivi. A Udine arriva la prima della classe. L’esame della maturità però il giovane portierone, lo supera a pieni voti. Rigore neutralizzato allo specialista Jorginho, che però corregge in porta la respinta troppo corta. Dopo un avvio da titolare, poi alcuni errori lo hanno relegato in panca. L’arrivo di Oddo, è coinciso con una ritrovata fiducia, e il penalty parato potrebbe essere un ulteriore spinta per il rilancio. Ricomincio da qui.

J. Mbaye 10,5: La sorpresa di giornata va in scena a Bologna. Al Dall’ara, i rossoblù scherzano con la Samp, parente lontana della vittoria con la juve. Alla tripla festa partecipa, per la prima volta in stagione il terzino scuola inter. 10, e mezzo con lode.

S. De Vrij 10: Lui ormai è usato sicuro. Svetta, chiude, amministra, e segna. Già a quota 3, sul tabellino stagionale per il centrale biancoleste. Sempre più tra i difensori più affidabili del nostro torneo. Garanzia.

M. De Sciglio 10: Ci sono dovute 174 partite ufficiali da professionista. La prima volta non si scorda mai. Nel destro che si infila sotto il sette, di Mattia, c’è tutto. Rabbia, orgoglio, rinascita. Poi il resto, un abbraccio collettivo, che sa di famiglia. Parafrasando le parole del suo capitano Buffon, “allora ci sei, allora ci sei”. Si spera.

S. Verdi 11,5: Nel 3-0 contro la Samp, il fantasista rossoblù, fa il mattatore assoluto. Le solite perle, condite da gol e assist. Il ragazzo sembra essere entrato nel suo periodo d’oro. Viva Verdi.

M. Brozovic 10: Quando gioca, c’è e si sente, anzi si vede. Quando l’indifferenza lascia il posto al genio, il gioco è fatto. Entra nella ripresa al posto di un acciaccato Vecino, 60 secondi dopo, scarica un destro secco in corsa sul palo corto. 3 centro stagionale. Più genio e meno sdregolatezza, magari.

B. Zuculini 10: Tre punti vitali per i veronesi. L’ossigeno arriva da Reggio Emilia, dove gli ospiti banchettano su quel che resta, ormai della squadra neroverde. L’apriscatole al match, lo firma il centrocampista Argentino, che al 22 esimo porta avanti i suoi.

B. Cristante 10: Ci ha preso gusto Bryan. È il più in forma dei suoi, e se ne sono accorti in molti. A suon di prestazioni, si sta prendendo il centrocampo della Dea. L’inserimento giusto, che rompe l’equilibrio è il marchio di fabbrica. Destro da fuori che si spegne all’angolino. 3 gol in campionato, più 4 in europa fanno 7. Ne vedremo delle belle, Cristante è tornato.

R. Inglese 13,5: Il sabato di Serie A, parte subito forte. A Verona, un Chievo tranquillo ospita la Spal, in cerca di punti speranza, in chiave salvezza. Gli ospiti partono forte, la gamba sbagliata la mette Cesar, che devia nella sua porta. È 0-1. Serve il guizzo del bomber di casa, per risollevare le cose. Il 45 gialloblu, va di doppia, aggancio e sorpasso. Sempre più decisivo per i suoi, il bomber prossimo a vestire azzurro Napoli.

M. Mandzukic 10: Il ruolo torna quello di sempre. Quello dei tempi migliori. L’ariete al centro, di tutto. Lì nel mezzo, del recinto. La battagglia ha inizio. Marione, fa la guerra, pressa il mondo, segna. La specialità della casa è servita. Movimento da 9 puro. Difensore avversario che perde, contatto visivo e fisico con il 17 bianconero, che di testa indirizza e piazza. Ormai ha conquistato tutti. I tifosi lo amano, venerd’ c’è il Napoli. L’arena è di quelle infuocate. Mario non ha paura, la battaglia sta per iniziare.

M. Icardi 13,5: Ancora. Sempre. La contabilità si aggiorna. 15 centri in 14 partite, una tripletta, 4 doppiette. 15 gol su 28 totali della sua squadra. Seconda doppietta consecutiva. Il mostro sta divorando tutto quello che capita sul suo terreno di caccia. Che goduria, averlo al fanta. Le vince quasi da solo, non ti fermare Mauro. Come direbbe il suo mister, Spalletti, Serpentesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *