ManOfTheWeek

Man Of The Week: Giacomo Bonaventura, coppia di Jack

È forse la partita più difficile della storia rossonera. È un tavolo che traballa, sotto i fischi dei tifosi, ormai delusi e i colpi dei nemici, che scappano e infieriscono. Dicono (quelli bravi) che un vero uomo si riconosce solo al tavolo da gioco. Serve una scossa. Serve l’elettricità di un tempo. Al Milan si cambia musica. Arriva il sergente Gattuso. Senza paura, si va all-in Ringhio pesca il Jolly

Nuovo Milan, vecchia storia. E meno male, c’era bisogno di lui. Serviva, troppo. Il centrocampista azzurro era la certezza del Milan, il pezzo del puzzle che si incastra sempre alla perfezione e invece infortuni, concorrenza e cambi tattici sembravano averne annacquato le qualità. Il talento si sa però, non si scioglie alle prime difficoltà. Il cambio in panchina, però, ha ribaltato tutto: Jack è tornato e si è ripreso il Diavolo. Gol e assist a Benevento, da esterno del tridente, doppietta da tre punti contro il Bologna, da mezzala con licenza di inserimento: senza la “coltellata” di Brignoli, il jolly rossonero avrebbe messo lo zampino su due vittorie. Un mercato stellare, a milanello preparano già i fuochi d’artificio. Il grande scippo Bonucci, le geometrie di Biglia, e i gol europei della strana coppia. Silva – Kalinic. Sembrava tutto pronto affinchè il Diavolo tornasse a splendere. Il fumo negli occhi dei tifosi è anche troppo, di arrosto c’è ne pochissimo. In cima le rivali corrono, i cugini addirittura volano in vetta, e dall’altra sponda di Milano si iniziano già a leccare le ferite. L’acquisto più importante arriva dall’infermeria. Sono i tagli di Bonaventura la vera arma anticrisi.

Corsa, qualità e ossigeno puro, alla manovra di tutta la squadra. È nel sorriso del n. 5 la ricetta per scacciare i fantasmi. È la partita più difficile nella partita della storia milanista. Al tavolo non puoi sederti senza la carta giusta, lui è tornato, il Diavolo ci prova con la sua carta migliore. All-in si cala il Jack di cuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *