Top11

TOP11 – 26a Giornata Serie A TIM



T. Strakosha 6,5: È un pomeriggio di normale amministrazione per il n.1 laziale, che si limita ad osservare il grande spettacolo dei suoi compagni. L’attacco del Sassuolo è troppo poco per metterlo nei guai. Un bel 6,5 portato a casa, in attesa di Dybala sabato prossimo. Presente.

D. Calabria 10: Il milan fa sul serio. La banda di Gattuso fa il blitz in casa Roma, con la cantera. Apre ormai il solito Cutrone, chiude l’uomo che non ti aspetti. Il terzino rossonero si concede la zingarata offensiva e addirittura batte Alisson con lo scavetto. Rinato.

M. Skriniar 10: Nel momento più difficile ci mette la testa e corregge la deviazione di Vecino. Solito granito in copertura. Milan Skriniar, “che te lo dico a fare”.

Mario Rui 10: Arrivato con il difficile compito di sostituire Ghoulam, e dopo qualche prestazione di rodaggio per capire i meccanismi Sarriani, l’ex Roma si è preso applausi e consensi con prestazioni di qualità. Chiude la manita di Cagliari con l’arcobaleno sotto il sette e tanti saluti a Cragno.

M. Hamsik 10: Da un azzurro a un altro. Il Capitano è tornato leader. Gioca con una serenità ritrovata, quello che accade in campo poi, è il naturale prodotto delle qualità del 17, che da un bel po’ di tempo ormai non vuol dire più sfortuna dalle parti di Napoli. Il 17 è il sorriso di una Napoli che ride trascinata dal talento del suo capitano. Sinistro in corsa per il 6° gol stagionale. Protagonista.

M. Valoti 13,5: È la firma che non ti aspetti. Il Verona fa il colpo, e schianta il Toro. La gioia per Valoti è doppia, è suo il +6 vitale in chiave salvezza. Ossigeno.

S. Milinkovic 14: È ormai il centrocampista più forte del nostro torneo. Domina, sposta, avversari e equilibri. E segna, in tutti i modi. È un calcio bello e potente, un gioco che si trasforma. Difende da 4, inventa da 10, segna da 9. Due gemme a Reggio Emilia. Destro dalla trequarti a fulminare portiere e incrocio prima, movimento da 9 vero in mezzo ai due centrali e colpo testa senza saltare piazzato lì nell’nell’angolo dopo. L’orco Fa PAURA.

C. Falletti 10: È un appuntamento da segnare in rosso per il centrocampista bolognese. Primo centro in serie A e 10 in pagella.

A. Budimir 13: La doppietta che non ti aspetti la cala la punta del Crotone, che non basta per decidere per i suoi la sfida salvezza, ma per aumentare i rimpianti di chi lo ha lasciato in panca si. Peccato.

M. Destro 10,5: Gol e assist di Mattia destro è già una notizia. Ancora di più se contro il Genoa, una delle squadre più in forma con una difesa di ferro.

L. Insigne 11,5: Nel napoli dei record e delle 10 vittorie consecutive Lorenzo torna magnifico con la solita prestazione elegante e il primo centro del 2018. Rigore in buca d’angolo e corsa che continua. Lorenzinho.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *