Romelu Lukaku, 26, nuovo attaccante dell'Inter

Ne avevamo parlato e riparlato. Scritto ovunque, e come noi tanti altri, tutti. Si chiude la hit dell’estate. Lukaku va da Conte, “il miglior allenatore al mondo” a detta della nuova punta neroazzurra. Mesi di corteggiamenti serrati, telefonate, dichiarazioni d’amore pubbliche da entrambi i lati, poi la Juve e l’ansia di perderlo. Il rumore dei nemici, sempre più insistente. Prima semplice manovra di disturbo, poi vero e proprio tentativo di scippo provando a inserire Dybala in uno scambio. E allora il rialzo decisivo, Marotta va all-in e porta a casa il piatto. 65 mln più 10 di bonus e 5% sulla futura rivendita, queste le fiches decisive per sbloccare l’affare. Al nuovo numero 9, 9 milioni l’anno a salire. Ieri delirio in aeroporto del popolo interista che acclamava il nuovo top player del biscione. Finalmente Conte ha la sua punta che tanto cercava, muscoli, e lotta caratteristiche che infiammano il nuovo tecnico. Adesso è in attesa per un altro attaccante, dopo la lotta il governo di Edin Dzeko, ieri partito dalla panchina in amichevole e che dovrebbe raggiungere Milano a giorni. Il nuovo attacco dell’Inter prende forma, un nuovo carro armato per il fanta, si posiziona subito in una fascia altissima, il prezzo sarà da top ma potrebbe valerne la pena.