livinmantra mantra top11 fantacalcio tuttofanta

Nuovo anno nuova rubrica, quest’anno vista la collaborazione con LivinMantra abbiamo finalmente aperto le porte anche ai giocatori di fantacalcio in modalità Mantra!
Eccovi la Top11 Mantra della 1a Giornata di Serie A: il migliore per ogni ruolo esistente in questa bellissima modalità di gioco.

PORJaronen: La prima sorpresa arriva tra i pali, il numero 1 del Brescia blinda porta e risultato. L’esordio vuol dire 7 in pagella. Promosso.

DC – Becao: il debutto è da sogno. Perfetto dietro, come da copione, stravolto poi, quando prende l’ascensore, incorna e spedisce il diavolo all’inferno. Primo gol da professionista, e 3 punti. Meglio non si poteva.

DS – Igor: con Fares ai box, la fascia sinistra ha trovato un nuovo padrone. Discese a raffica e “Assistazo” alla prima. Serie di doppi passi infiniti e tracciante che Petagna deve solo spingere in porta.

DD – Milenkovic: Nella giostra del Franchi si iscrive anche lui. Sul corner di Pulgar spunta lui e fissa il momentaneo 2-2.

E – Gosens: La Dea formato Champions inizia la stagione con la specialità della casa, il rimontone. Il gol è il manuale del Gasp, Hateboer crossa, Gosens inchioda. Ecco che tornano i bonus dei difensori atalantini.

M – Pulgar: 90 min sono bastati per prendersi le chiavi della regia viola. Una partita giocata con una personalità da brividi. Il rigore che spiazza Meret prima e l’angolo liftato sulla testa di Milenkovic sono solo due ciliegine su una prestazione fantastica. “Il voto in pagella dovrebbe essere il suo numero di maglia, non tra il 7 e l’8 ma 78!” basta Trevisani a spiegarci la sua partita.

C – Brozovic: Il primo gol della nuova era neroazzurra lo firma Brozo, che nella prima notte nerazzurra dell’annata torna Epic. Destro pettinato, alla Del Piero, che bacia l’incrocio e spiana la strada alla banda Conte. Fioretto si, ma anche sciabola quando c’è da sporcarsi le mani e chiudere le offensive ospiti, come piace al nuovo mister.

W – Callejon: Solo 3 gol la passata stagione, un digiuno lunghissimo. L’esordio di Firenze è adrenalina pura. Messaggio forte alla concorrenza, Josè c’è e vuole giocarle tutte, come ci ha abituato in questi anni. Golazo col destro di prima morbido all’angolino opposto e assist alla Callejon: solito taglio alle spalle della linea difensiva e servizio volante per Insigne che deve solo spingerla in porta.

T – Luis Alberto: I giocatori di talento di solito, dopo un anno in soffitta tornano sul palcoscenico. Luis Alberto deve prendersi la sua Lazio. A Genova manda in porta Ciro e torna ad accendere la luce. Alla prossima subito esame derby, per questa che deve essere la sua stagione.

A – Insigne: C’è un conto aperto con la sua gente, da chiudere il prima possibile. “Lorenziello” ha le idee chiare e il talento di pochi per far parlare solo il campo, che a Firenze dice prestazione da leader con doppietta e assist annesso. Il gol decisivo lo firma di testa, (da zero metri però) la contabilità dice 15 in pagella. Il prezzo per l’asta inizia a decollare.

Pc – Muriel: La nuova Atalanta vuole stupire ancora. E Il nuovo attacco made in Colombia promette scintille. Se alla prima Zapata si prende una vacanza, ci pensa Luisito a ribaltare il mondo atalantino. A Ferrara è una giostra: l’ex Petagnone prima manda in porta Di Francesco, poi si mette in proprio. Ma l’Atalanta è squadra vera, che gioca a calcio, sempre. Gosens accorcia sul finale di primo tempo, poi il neo acquisto, laureato in debutti accecanti: Doppietta quasi in fotocopia e primo + 6.

Previous articleFLOP11 – 1a Giornata
Next articleTOP11 – 1a Giornata
Il calcio si sa, è il gioco più bello del mondo, il Fantacalcio il secondo. Scrivere è l'altra mia grande passione, mi rende libero in qualche modo e farlo raccontando di una sfera che rotola su un prato verde è adrenalina pura. Da tre anni direttore di Tuttofanta, con la speranza e la voglia di crescere ancora, INSIEME. Ricordando però che chi sa solo di calcio, poi alla fine di calcio non ne sa nulla. Uscite,Vivete, Amate ma soprattutto GUFATE E PIANGETE, al fanta è sacro!