L’ultima sosta per la nazionale è alle spalle, da adesso a Natale non ci si ferma più.
E’ stata la pausa dove tutti i partecipanti del livinMantra hanno potuto cambiare o stravolgere la propria rosa per un massimo di dieci cambi.
Da adesso in poi si torna a fare sul serio ed inizia la seconda parte di stagione.

Hateboer (E), l’esterno olandese non è partito bene nella nuova stagione, ma è sempre stato un titolarissimo di Gasperini, l’assenza di Alex Sandro potrebbe favorirlo nelle sue discese.
Ramsey (T), il trequartista gallese galvanizzato dalla doppietta in nazionale, non è certo di un posto negli undici titolari, ma se dovesse giocare potrebbe regalare bonus a tutti i fantallenatori.
Paquetà (T), il trequartista brasiliano dopo le critiche di Rivaldo, riguardante la numero 10 in verdeoro, si è riscattato nell’ultima amichevole andando a segno e con le assenze per squalifica di Bennacer e Calhanoglu potrebbe essere la sorpresa nel centrocampo rossonero.


Mertens (Pc), l’attaccante belga è abituato a prendersi il peso dell’attacco partenopeo, a maggior ragione adesso che si è rifatto male Milik, giocherà e potrà far male la difesa avversaria.
Ansaldi (E), il terzino, ormai diventato un esterno di ruolo a tutti gli effetti, contro la sua ex squadra avrà la possibilità di essere decisivo con le sue sgroppate sulla fascia sinistra e regalare qualche assist.

Martinez (Pc), l’attaccante argentino non riposa mai, anche in nazionale ha giocato una delle due amichevoli, ed in questa Inter è lui il vero top player in avanti, senza nulla togliere al compagno di reparto, Lukaku.
Skorupski (P), il portiere polacco potrebbe non prendere gol per via dell’attacco sterile ducale, a causa delle defezioni degli avversari.
Kucka (M/C), il centrocampista slovacco dovrebbe essere il leader del centrocampo e in mancanza di alcuni compagni sarà il tiratore designato della squadra.


Dzeko (Pc), il bosniaco a caccia del gol perduto, fino ad ora ha giocato sempre quindi non ha potuto riposarsi, ma contro questo Brescia, il gol potrebbe arrivare già domenica.
Sabelli (Dd/E), il terzino delle rondinelle è una delle pochi note liete di questo inizio di stagione, spinge tanto e sa anche difendere, per questa sfida avrà davanti un certo Kolarov, non l’ultimo arrivato, ma qualche assist lo potrebbe regalare ai suoi compagni.

Djuricic (T), il trequartista neroverde potrebbe trovare spazio dal primo minuto per le defezioni di Berardi e Defrel, il serbo potrebbe essere molto pericoloso nei fraseggi offensivi del gioco di De Zerbi.
Acerbi (Dc), è il grande ex, viene da prestazioni incredibili anche a livello di bonus, in nazionale ha trovato addirittura il gol, ed è il difensore centrale più in forma del campionato, non lasciatelo per nessun motivo fuori dai titolari.


Rrahmani (Dd/Ds/Dc), il difensore kosovaro è stato uno dei giocatori acquistati da molti di voi, il motivo è semplice può giocare in qualsiasi ruolo difensivo, ed ha offerto fino ad ora eccellenti bprestazioni, chissà non possa arrivare il primo gol in serie A in questa sfida.
Ribery (W/A), il “mostro di Firenze” torna dalla squalifica di tre turni, in questi giorni non si è allenato a causa di un attacco febbrile, ma per domenica ci dovrebbe essere, senza di lui la Viola ha avuto diversi problemi subendo l’imbarcata dal Cagliari nell’ultimo turno, se giocherà farà la differenza.
Murru (Ds/E), il terzino sardo costretto agli straordinari anche dopo l’infortunio in nazionale di Bereszynski, di certo fino ad oggi ha fatto molta fatica, ma la partita odierna potrebbe essere di facile lettura.
Sema (E), l’esterno svedese è una delle poche note liete dell’Udinese di quest’anno, fin da subito si è preso il posto da titolare e nella sfida di Marassi contro il Genoa ha trovato anche il suo primo gol in Serie A, chissà se Genova gli porti ancora bene.


Lapadula (Pc), l’attaccante ex Pescara non è mai stato così in forma nella sua carriera, sta vivendo un gran momento di forma, sicuramente l’avversario in questo momento è uno dei più difficili, ma in fase difensiva i sardi hanno qualche laguna.
Cigarini (M/C), spesso il mediano del Cagliari non viene esaltato rispetto ai compagni di reparto, ma la maggior parte dei gol partono dai piedi di questo numero 21, che sembra finalmente dopo anni tornato il grande giocatore che aveva incantato ai tempi di Bergamo e Parma.

Reca (Ds/E), l’esterno polacco ha dovuto sostituire i compagni infortunati, è una delle piccole rivelazioni di Semplici, titolare anche con voti sopra la sufficienza.
Pandev (T/A), il macedone dopo l’infortunio di Kouamè sarà costretto agli straordinari, messo nel dimenticatoio da Andreazzoli è stato subito messo al centro del progetto dall’ex compagno di
squadra, Thiago Motta.

In collaborazione con Gabriele Di Pietro, staff livinMantra.