PORTIERI – 5 nomi da schierare per la 3a giornata

Tra dubbi, ballottaggi e indisponibili non è mai facile azzeccare la formazione migliore, ma se hai uno di questi 5 portieri fidati di noi: è il momento di schierarlo.

A. Meret – Dopo i 7 gol delle prime due e il naufragio dei suoi difensori contro Fiorentina e Juve, il Napoli deve dare risposte soprattuto in termini di compattezza. Finalmente al San Paolo e contro una Samp reduce da un avvio shock, 7 gol subiti e 1 solo segnato, su rigore. È L’occasione giusta per il portierino azzurro, possibile primo clean sheet in arrivo.

J. Joronen – Il rischio o la scommessa di giornata è lui. Il guardiano bresciano ha dimostrato che tra i pali ci sa stare, e bene pure. Alla prima ha salvato i suoi regalando i tre punti, decisivo anche a San Siro, dove è affondato solo una volta con il colpo di testa di Chalanoglu. 1 gol subito in due partite in due trasferte difficili, questo il biglietto da visita. A 1 può diventare uno dei colpi di questa stagione.

S. Sirigu – Torniamo tra le certezze. I guantoni di Sasà Sirigu sono porto sicuro per i difensori e i tifosi del Toro. Ormai è un top di categoria, dopo Handanovic è stato il miglior portiere dello scorso torneo e ha ricominciato alla grande. Contro il Lecce è da mettere a occhi chiusi.

T. Strakosha – 1 gol subito tra Sampdoria e Derby; anche lui si è presentato alla grande ai fantallenatori e a Ferrara, dove lo scorso anno la Lazio ha lasciato punti importanti per strada, si cerca il bottino pieno. Promosso anche il numero 1 biancoceleste.

G. Donnarumma – Se c’è una certezza nell’inferno del Diavolo la si trova tra i pali. È la sagoma ingombrante di Gigio. È ormai vero faro e leader del pacchetto difensivo. Con l’81 % di parate riuscite (fonte Gazzetta dello Sport) è il portiere più decisivo d’Europa, oltre che il più giovane tra i top. A Verona, spesso fatal per i rossoneri con lui si va sul sicuro.

Roberto Terranova

Il calcio si sa, è il gioco più bello del mondo, il Fantacalcio il secondo. Scrivere è l'altra mia grande passione, mi rende libero in qualche modo e farlo raccontando di una sfera che rotola su un prato verde è adrenalina pura.
Da tre anni direttore di Tuttofanta, con la speranza e la voglia di crescere ancora, INSIEME.
Ricordando però che chi sa solo di calcio, poi alla fine di calcio non ne sa nulla.
Uscite,Vivete, Amate ma soprattutto GUFATE E PIANGETE, al fanta è sacro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *